Usi deittici e non deittici dei tempi verbali

usi deittici e non deittici dei tempi verbali

Il verbo andare indica un allontanamento dal parlante; il movimento può essere compiuto nella direzione opposta o in modo indipendente dal parlante. 3 ( Tipi di frasi, deissi, formazione delle parole. Questo aspetto esprime il perdurare nel momento di riferimento del risultato di un evento giá compiuto in precedenza. (1981 Deissi testuale e anafora, in Ead., Condizioni di coerenza. Anche in questo caso non si puó precisare il numero delle ripetizioni o lulteriore svolgimento dellevento. Forme non intrinsecamente deittiche sono invece quelle della terza persona. Linterpretazione dei deittici dipende in particolare da un centro deittico (detto anche origo ; Bühler 1934: 102 segg. Le forme del perfetto semplice. Cresti, Corpus di italiano parlato, cit.) La deissi testuale (o del discorso o logodeissi ) rappresenta invece un caso diverso. Sia gli usi di misurazione che gli usi calendariali sono inerentemente deittici : l'anno prossimo, finché è il 2019, sarà sempre il 2020; ma non bisogna fare l'errore di considerare i termini di tempo "per sé" deittici: lo sono i sintagmi avverbiali di cui fanno.

Noin usi deittici e non deittici dei tempi verbali

Näytä kaikki viestit usi deittici e non deittici dei tempi verbali →

Kommentti “Usi deittici e non deittici dei tempi verbali”

  1. Sono anche già stati. Di conseguenza, questo paragrafo. Se però hai voglia.

Jätä vastaus

Sähköpostiosoitettasi ei julkaista. Pakolliset kentät on merkitty *